Area stampa

PD Milano Metropolitana

Cambio ai vertici sanità lombarda: "Regione non pensi che sostituzione tecnici valga come assoluzione"

MILANO - "In queste ore si rincorrono rumors, sempre più accreditati, su un imminente cambio ai vertici della sanità lombarda. Certo, se da una parte la sostituzione del direttore generale Luigi Cajazzo suona come un'ammissione di colpevolezza da parte della giunta, dall'altra non vorremmo che Regione Lombardia pensasse a questa sostituzione come ad un'auto-assoluzione.

Non ci siamo proprio: ci sono responsabilità politiche che non possono essere addossate unicamente ai tecnici. Precise responsabilità che, come opposizione, abbiamo denunciato in questi mesi e che probabilmente hanno avuto (e in parte continuano ad avere) effetti, decretando la tragedia lombarda. Considerazioni ancora più vere se, come sarà confermato, a Luigi Cajazzo non sarà riservato un "commissariamento" bensì una promozione come segretario generale della Regione".

Così in una nota la segretaria metropolitana del PD Silvia Roggiani, commenta le indiscrezioni stampa circa un imminente cambio ai vertici della sanità lombarda, con la sostituzione del dg Luigi Cajazzo che andrebbe a rivestire il ruolo segretario generale della Regione.

Tar Diasorin: "Altra tegola sulla testa di Regione Lombardia"

MILANO - "Un'altra tegola sulla testa di Regione Lombardia. Già in passato avevamo sollevato dubbi circa l'accordo fra Diarorin e Policlinico San Matteo di Pavia, sui test sierologici, e oggi arriva la sentenza del Tar. Sull'affidamento adesso farà la dovuta luce la Corte dei Conti, quel che è certo, però, è che all'indomani del cosiddetto "caso camici" - sui cui è necessario che Fontana chiarisca quanto prima al di là della minaccia di querele - questa è l'ennesima ombra in una gestione fallimentare dell'emergenza sanitaria in Lombardia.

Sulla questione screening siamo colpevolmente indietro nella nostra regione, quella che conta quasi l'80% dei contagi nazionali e la sola ancora priva di una vera strategia nel tracciamento del virus. Se la magistratura dovesse accertare eventuali opacità, e noi ci auguriamo davvero di no, sarebbe davvero grave e le dimissioni di questa giunta sarebbero dovute. Chiediamo al presidente Fontana di fare luce al più presto".

Così in una nota la segretaria metropolitana del PD Milano Silvia Roggiani.

Murale contro Fontana e Sala: "Solidarietà, condanneremo sempre ogni forma di violenza"

MILANO - "Solidarietà al presidente Fontana per le inaccettabili minacce e al sindaco Sala per le offese altrettanto ignobili. Le nuove scritte comparse in zona Chiesa Rossa sono l'ennesimo episodio che testimonia un clima d'odio che fa male a Milano e alla Lombardia. La politica si fa con confronti, anche aspri, ma non con la violenza e le azioni vili. Chi sceglie questa strada troverà in noi sempre una ferma condanna"

Così in una nota la segretaria metropolitana del PD Silvia Roggiani, a nome di tutta la Federazione, esprime solidarietà al Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana e al Sindaco Giuseppe Sala per il murale ritrovato in zona Chiesa Rossa a Milano.

Il Razzismo non fa respirare, domenica 7 ore 16: "Parteciperemo con una piccola delegazione"

MILANO - Il Partito Democratico di Milano Metropolitana aderisce alla manifestazione "Black lives matter - il razzismo non fa respirare" promossa dal comitato Abba vive, in programma per domenica 7 giugno alle 16 in piazza Duca d'Aosta.

"Parteciperemo con una piccola delegazione in osservanza del divieto di assembramenti e seguendo le necessarie le misure di sicurezza - spiega la segretaria metropolitana Silvia Roggiani -. Nel rispetto della fase di emergenza sanitaria che stiamo attraversando non chiederemo ai nostri militanti di partecipare alla manifestazione, ma porteremo la voce di tutta la nostra comunità perché non cali il silenzio su quanto è accaduto negli Stati Uniti d'America, e perché quello che è successo ci riguarda tutti.

La brutale uccisione di Floyd è il simbolo di una politica che persegue la violenza e l'abuso di potere, e noi vogliamo esserci per George e per tutte le vittime di razzismo e violenze ingiustificate, in Italia e in qualsiasi posto del mondo. Alziamo la voce, e continuiamo a farlo attraverso gli strumenti della rete, per rivendicare equità e giustizia - conclude la segretaria dem Roggiani" -.

Cavalieri della Repubblica: "Orgogliosi del legnanese Giacomo Pigni"

MILANO - "Il Presidente Mattarella ha nominato 25 donne e 32 uomini Cavalieri della Repubblica, un riconoscimento simbolico e corale ai tanti e alle tante che si sono spesi nel nome della solidarietà e dei valori costituzionali. Siamo molto orgogliosi che tra loro ci sia Giacomo Pigni, iscritto al PD e GD di Legnano, che ha saputo trasformare un momento così difficile come quello del coronavirus in un'opportunità per coinvolgere e aiutare gli altri. A lui, e tutte le persone che si sono messi a servizio della collettività in questa fase di crisi, va il nostro grazie. 

Così in una nota la segretaria metropolitana Silvia Roggiani commenta la nomina di Giacomo Pigni a Cavaliere della Repubblica, scelto per essersi impegnato, come volontario dell'Auser Legnano Ticino Olona, per coinvolgere studenti che hanno fatto chiamate di ascolto per dare compagnia alle persone sole nel periodo della pandemia. 

Contatti.

PARTITO DEMOCRATICO 
MILANO METROPOLITANA


Via Roberto Lepetit, 4
20124 Milano

Tel. (+39) 02 6963 1000
Fax (+39) 02 6963 1023

Partito Democratico
Milano Metropolitana


Social


© Copyright 2020 - PD Milano Metropolitana