le idee > news > Grave associare PD a Fratelli Musulmani
UfficioStampa 11 GENNAIO 2017

Grave associare PD a Fratelli Musulmani

Bussolati: "Siamo amareggiati perché quella di oggi è una pagina di brutta politica, non degna del confronto democratico"

di Ufficio Stampa

 

COMUNICATO STAMPA - "Contrastare ogni forma di radicalismo religioso che mina la convivenza e il rispetto, così come le degenerazioni violente, è un'attività fondamentale che va preservata dallo scontro politico, perché deve appartenere a tutte le forze democratiche. 
Siamo amareggiati, perché quella di oggi è una pagina di brutta politica che non è degna del confronto democratico. Rivolgere accuse così gravi, accostare simboli e utilizzare determinati metodi è una pratica che appartiene a movimenti molto lontani dalla cultura democratica della nostra città. Le finalità dell'associazione Segnali ambivano a promuovere il confronto, così come hanno sempre fatto tutte le articolazioni culturali, sociali, politiche e religiose di Milano da quando esistono le libertà costituzionali. 
Segnali è stata fondata nel 2010 e ha realizzato una sola iniziativa, nella quale si confrontarono Maurizio Lupi (tra i leader nazionali dello stesso partito in cui milita Matteo Forte) e Stefano Boeri. Sempre nel 2010 ha cessato la sua attività. L’associazione ha coinvolto diversi rappresentanti delle comunità religiose, oltre che giovani di centrosinistra e centrodestra, tra cui anche l’allora Presidente dei Giovani Musulmani, che peraltro non figura tra i soci fondatori di Segnali. Non capisco dove sia la colpa di averli coinvolti e mi chiedo se Matteo Forte e Maryan Ismail rivolgeranno questa attività di dossieraggio e attenzione verso tutte quelle associazioni che in Italia hanno avuto rapporti con i GMI, perché in caso contrario c’è da credere che non sia altro che una mera battaglia politica contro il Partito Democratico.
Associare il logo del PD a quello dei Fratelli Musulmani è molto grave e segnalo che le illazioni pronunciate da Forte e Ismail produrranno delle azioni di tutela nelle sedi giudiziarie".

 

Così il segretario del Pd metropolitano, Pietro Bussolati, ha commentato le affermazioni del consigliere comunale di Milano popolare, Matteo Forte, e della ex dirigente del Pd milanese Maryan Ismail, che nel corso di una conferenza stampa hanno accusato il partito di dialogare solo con l'Islam ortodosso.