le idee > blog > Verso Milano 2016
25 MAGGIO 2015

Verso Milano 2016

Il Partito Democratico di Milano Metropolitana è impegnato, sin dall'annuncio di Giuliano Pisapia, nel costruire un percorso che porti alla scelta trasparente del futuro Sindaco di Milano, eppure da qualche settimana leggo qualcuno mettere in discussione alcuni punti che noi abbiamo considerato vincolanti sin dall'inizio.

 

Le ribadisco a mo' di piccolo decalogo così che non ci siano più dubbi in proposito:

 

1) il candidato Sindaco si sceglie con primarie aperte;
2) le primarie saranno cittadine e della coalizione di centrosinistra e come PD proporremo che si istituisca un gruppo di lavoro per un'agenda condivisa delle sfide affrontate e quelle future ed i valori di riferimento del campo del centrosinistra;
3) non ci alleeremo con NCD e/o con forze di centrodestra, siamo culturalmente e politicamente alternativi;
4) le regole delle primarie assicureranno ampia partecipazione e verranno discusse con la coalizione entro questa estate;
5) noi siamo al Governo della città, abbiamo la certezza di aver governato bene, quindi non abbiamo fretta, ma dobbiamo definire un progetto che accompagni crescita economica e diritti nella nostra Milano;
6) Milano sceglie in autonomia, consapevole del suo ruolo nazionale e ascoltando tutti i mondi vitali, il terzo settore, le rappresentanze della produzione e del lavoro;
7) Il Pd vuole essere promotore di un progetto che mira al miglioramento delle condizioni di benessere e vivibilità a Milano e si concentra nell'elaborazione di proposte credibili e concrete, a partire dai bisogni delle milanesi e dei milanesi;
8) il 13 giugno partirà MilanoDomani, un progetto che ci accompagnerà nei prossimi 12 mesi, di costruzione di contenuti e futuro, dove il lavoro dei circoli, delle zone si confronterà con tanti invitati che nella società lavorano per una Milano più bella e più giusta;
9) Milano può pensare a se stessa solo in ottica metropolitana, in un rapporto sinergico con i Comuni dell'area metropolitana, solo così è possibile intercettare lo sviluppo;
10) Il decimo punto riguarda noi e il nostro modo di intendere la politica: le elezioni non si vincono con i beauty contest ma con la forza di volontà, il coraggio e la passione dei militanti, dei volontari, di chi ha cuore per la propria città anche senza mettersi in prima fila.

elezioni amministrative, Milano, milano 2016, milano domani, PD, sindaco di milano